CONTATTI
Pianificazione

Pianificazione strategica: perché è fondamentale?

pianificazione strategica

Troppo spesso nell’ambiente lavorativo la fase di pianificazione strategica viene banalizzata o eseguita superficialmente, in quanto considerata un’attività secondaria rispetto ad altre.

Non esiste nulla di più sbagliato…

Il successo o l’insuccesso di un’azienda parte dalla corretta o meno programmazione.

La pianificazione strategica aziendale può essere definita come un’attività di gestione organizzativa che viene utilizzata per stabilire priorità, concentrare l’energia e le risorse, implementare le operazioni e assicurarsi che i dipendenti e i collaboratori stiano lavorando per raggiungere i comuni obiettivi.

Questo obiettivo, di stampo prettamente Manageriale ha una funzione molto semplice: condurre l’azienda da un punto di partenza A ad un punto di arrivo B nel modo più efficace ed efficiente possibile, impiegando le giuste risorse e nei tempi stabiliti.

Il piano strategico, dunque, non è altro che un documento che espone tutto questo processo di analisi nero su bianco.

Ci sono diversi approcci alla programmazione strategica aziendale.

Non parliamo di approcci giusti o sbagliati: ti daremo, però, delle linee guida da seguire per iniziare a mettere nero su bianco la tua programmazione.

Fasi della pianificazione strategica

In generale, una pianificazione strategica consiste di 4 fasi :

  • La fase di analisi, dove si prende atto della condizione attuale e si analizzano con attenzione tutti i fattori interni ed esterni all’organizzazione che sono rilevanti. Ad esempio, analizzare successi e insuccessi delle strategie passate per avere uno storico di partenza, o un’analisi SWOT, per individuare possibili concorrenti esterni.
  • La fase di formulazione strategica, dove si delineano le linee guida strategiche per l’impresa maturate sulla base delle considerazioni preliminari raccolte. Ad esempio, comprendere quali sono i  valori, la vision e la mission aziendali, quali sono le priorità dell’azienda, quali sono gli obiettivi a lungo termine da raggiungere o quali sono gli indicatori per misurare il successo della strategia.
  • La fase di pianificazione operativa, dove si decide come attuare la strategia dal punto di vista pratico, con delle regole ben precise. L’effettiva efficacia della strategia deve essere testata operativamente e monitorata attraverso specifici indicatori di performance. Ad esempio, un obiettivo potrebbe essere quello di aumentare del 20% il fatturato aziendale; uno degli indicatori in questo caso, sarà l’aumento delle vendite in quello specifico arco temporale.
  • La fase di valutazione dell’efficacia e di gestione operativa, dove si perfeziona la strategia e si massimizzano i risultati, controllando se le decisioni stanno prendendo una giusta direzione


Tuttavia, presta attenzione: avere una pianificazione non basta, bisogna sapere monitorare, adattare e aggiornare.

Panificare con metodo è il primo passo fondamentale per raggiungere i tuoi obiettivi aziendali.

error: Content is protected !!